Dark Star


DARK STAR di Mylicon/en
Daniela Cattivelli (laptop e campionatore)
Lino Greco (videocamera ed oggetti)

DARK STAR è un progetto dedicato all’esordio cinematografico di John Carpenter che prende la forma di un live set audio-video.
Dark Star di Carpenter è un omaggio e una risposta, a basso costo e molto artigianale, a 2001 di Kubrick.
Girato da un Carpenter ancora studente nella sua stanza al college con solo 4 attori, uno dei quali è Dan O’Bannon che collabora anche alla sceneggiatura.Effetti speciali artigianali e soluzioni narrative bizzarre per raccontare un viaggio nello spazio ma soprattutto per riflettere sulla relazione tra l’uomo e la tecnologia.Mylicon/En ama muoversi sullo stesso piano: paesaggi astratti, lisergici o lunari, rarefatti o saturi e concitati, creati con effetti del tutto artigianali e con pochi oggetti di uso comune e senza l’utilizzo di laptop o video mixer.

Mylicon/EN è un duo che nasce dalla collaborazione tra il videomaker Lino Greco e la musicista Daniela Cattivelli.
A partire dal 2002 il duo inizia un percorso teso a sperimentare nuove forme di interazione tra immagini e suoni dal vivo all’interno di un dispositivo in bilico tra la dematerializzazione del digitale (e con essa si fa riferimento anche a tutta la sperimentazione degli ultimi anni intorno al fenomeno del VJ o live-media) e il ritorno alla fisicità dell’azione.
Un flusso di immagini astratte viene prodotto da alcune semplici azioni, attraverso l’utilizzo di una videocamera e di alcuni oggetti di uso comune.
L’esibizione dal vivo si connota infatti, oltre che per il recupero della presenza del corpo del performer, per l’utilizzo di sorgenti e strumenti “analogici” e meccanici di vario genere e provenienza.
La manipolazione della texture visiva avviene in accordo con l’intervento sonoro e agli spettatori è consentito il privilegio di un doppio sguardo, sul risultato spettacolare e sulle azioni che lo generano.
La traccia sonora si muove creando un flusso parallelo all’immagine, dando luogo ad una articolata struttura di glitches ed astrazioni sonore realizzate processando in tempo reale suoni/rumori prodotti dalle manipolazioni degli oggetti di scena.